Togliere lo sport ai figli non è una punizione

pubblicato il 28/11/2018 in News

Dopo un brutto voto a scuola o un comportamento scorretto del proprio figlio, uno degli errori più comuni che i genitori possono commettere, è togliergli l'attività fisica pomeridiana costringendolo a stare a casa.

Ma è dentro le mura della propria stanza che il più delle volte si nascondono distrazioni che distolgono l'attenzione sui libri: serie tv,cellulare, internet,videogame,ecc.. 

È statisticamente provato che, chi fa sport e si impegna ad allenarsi con serietà e dedizione , sarà anche più disciplinato e capace di organizzarsi lo studio nelle poche ore rimaste la sera.

La noia e i pomeriggi senza obiettivi, circondato da tecnologia e realtà virtuale, rischiano di far perdere la voglia, la costanza e l'interesse nelle materie studiate e in qualunque interesse che ,non per forza deve essere lo sport, ma può anche essere la musica,l'arte e il conoscere nuove discipline creative. 

TI PIACE QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO!

POTREBBERO INTERESSARTI