CENTRO SPERIMENTALE DI ALLENAMENTO FIT

 

  

 

    

 

CHE COS'È IL CENTRO SPERIMENTALE DI ALLENAMENTO FIT?         

Gli specialisti delle varie aree mediche (Mentale, Fisica, Strutturale, Optometrica, Gnatologica e Nutrizionale) ed i tecnici della Federazione Italiana Tennis e del TTVianello, svilupperanno i programmi mediante test valutativi oggettivi e un protocollo didattico sperimentale.

Alla base del progetto si pone la crescita equilibrata del giovane. I dati ricavati consentiranno di:
a) intervenire in maniera oggettiva e scientifica sulla costruzione di un atleta tennista,
b) valutare i miglioramenti generali rispetto all'anno di nascita (comparazione verticale) grazie a nuove metodologie;

Le valutazioni prenderanno in esame tutti i prerequisiti necessari allo sviluppo di un atleta tennista.
L'ottimale incremento di detti prerequisiti renderà più facile, veloce e spontanea la successiva fase di apprendimento.
Il dosaggio e l'utilizzo delle varie valutazioni terrà conto dell'età anagrafica e biologica dei giovani.

Definito il range per ogni livello, la valutazione evidenzierà: 
a) le qualità migliori che caratterizzeranno lo sviluppo dell'atleta;
b) le qualità sufficienti e migliorabili;
c) le qualità insufficienti ma migliorabili;
    

COORDINAZIONE DEL PROGETTO DEL CENTRO SPERIMENTALE
Fabrizio Vianello - Referente Fit Aldo Russo

- AREA POSTURALE – COORDINATIVA -

1) STRUTTURALE (Fisioterapista sportivo/posturologo Paganelli - Referente Fit Francesco Paperini)

per individuare l'età biologica di sviluppo e impostare i carichi ed i tempi di lavoro.

a) misurazione antropometrica e il suo sviluppo;

b) situazione strutturale generale;

c) problematiche da trattare specificatamente;    

d) definizione dei carichi per i vari periodi e settori corporei.        

                                                                                                          

2) OPTOMETRICA (Dott.ssa Ethel Bianchi - Referente Fit Andrea Cagno)

per individuare le problematiche visive che influenzano la percezione spazio-temporale e che possono condizionare negativamente la postura. Un ottimale funzionamento visivo è la base per il rapporto con la palla e per la strutturazione del timing generale e relativo

 

3) GNATOLOGICA (Dott. Moglioni - Referente Fit Maurizio Reali)

per individuare le eventuali errate occlusioni dentali che condizionano la postura.      

 

4) CAPACITA' COORDINATIVE (Prof. Regina - Referente Fit Giovanni Catizone)

per valutare lo sviluppo degli schemi corporei spaziali. Sono la base per lo sviluppo tecnico:

a) coordinazione in associazione e dissociazione delle zone superiori e inferiori del corpo;

b) equilibrio statico e dinamico;

c) orientamento spazio-temporale;

d) differenziazione;

e) capacità di lancio e direzionale;

f) coordinazione occhi-piedi-mano;

g) reattività;

h) ritmicità.

 

- AREA MEDICA -

5) MEDICO-SPORTIVA CARDIOLOGICA (Dott. Benvenuti - Referente Fit Emilio Sodano)

Per valutare la salute generale ed in particolare dell'apparato cardio-circolatorio a riposo e sotto sforzo.
I dati ricavati forniranno preziose informazioni per il dosaggio dei carichi di lavoro.             

                                                                                             

6) NUTRIZIONALE (Dott.ssa Barbara Chiarulli - Referente Fit Michelangelo Giampietro)

Per il monitoraggio longitudinale della popolazione giovanile che pratica il tennis per quanto attiene le caratteristiche (antropometriche e di composizione corporea) e le abitudini alimentari adottate spontaneamente. Lo scopo è accrescere le conoscenze e la consapevolezza dell'importanza di una corretta alimentazione per migliorare lo stato di salute e la prestazione sportiva.

 

- AREA MENTALE -

7) PSICOLOGICA (Dott. Fiderio - Referente Fit Antonio Daino)

per la strutturazione della forza mentale (incidenza dell’80% sulla prestazione).           

a) motivazioni e consapevolezza di essere il protagonista di un programma pluriennale di   

crescita;

b) capacità di concentrazione;

c) riconoscimento e gestione delle emozioni e controllo delle frustrazioni;

d) fiducia in sé e indipendenza interna ed esterna; 

f) la libertà espressiva per lo sviluppo della creatività;

g) strutturazione delle fasi di preparazione al match, di analisi post-match (feedback positivo) e dei rituali di gara.

 

- AREA SPECIFICA -

8) CAPACITA' CONDIZIONALI (Prof. Regina - Referente Fit Giovanni Catizone)

a) metaboliche;

b) muscolari;   

c) generali e specifiche.

 

9) TECNICO-TATTICA (Tecnico Nazionale Prof. Massimo Vianello, Prof. Giacomo Vianello - Referente Fit Rocco Marinuzzi, Gerardo Brescia)

La valutazione si baserà su dati oggettivi, ricavati dalla compilazione di griglie e l'elaborazione di score specifici durante lo svolgimento delle partite.

a) individuazione delle fasi di gioco e capacità di risolvimento dei problemi situazionali

b) impostazioni di fasi tattiche di costruzione, offensive, difensive e di contro attacco in maniera proattiva;

c) gestione della racchetta e timing generale e relativo;

d) esecuzione e possibilità adattiva tecnica dei vari colpi inserita in un contesto tattico;

e) spostamenti nella fase di piazzamento e ri-piazzamento e uso del peso del corpo.

 

- AREA ORGANIZZATIVA -

Maurizio Bigi - Referente Fit Luigi Bertino

A) COMUNICAZIONE (Elena Vianello - Responsabile Fit Francesco Giorgino)

B) VIDEO ANALISI (Resp. Simone Papa - Referente Fit Massimiliano Brocchi)

C) INFORMATICA (Resp. Giulio Donarelli - Referente Fit Andrea Borghesan)

D) SCORE (Resp. Claudio Subissi)

E) ELABORAZIONE DATI (Luigi De Lisa)

F) FISICA E TECNICA DEGLI ATTREZZI (Giacomo Vianello - Referente Fit Gabriele Medri)

 

 

  

- PROGRAMMAZIONE -

Per lo sviluppo delle fasi del programma saranno interessati tutti gli operatori dei vari settori, riuniti in un unico staff:                                                

- Programmazione dei macro-cicli (periodo), dei cicli annuali (livelli) e dei meso-cicli (carichi e tempi)

- Definizione degli step per i vari livelli

- Identificazione dei carichi, dei tempi di lavoro generali per i livelli e individuali

- Programmazione agonistica di categoria Open nazionale TE - ITF                                                                                                                  

I giovani saranno accompagnati in tutte le gare fuori sede e seguiti nei tornei segnalati per le gare in sede, e sarà garantita l’interazione, mediante app, di tutte le componenti.

I drills che svilupperanno le tematiche e le esercitazioni dovranno contenere tutte le componenti delle aree illustrate.

 

 

                 

I SETTORI:

 

CENTRO SPERIMENTALE DI ALLENAMENTO FIT 


AGONISTICA


SCUOLA TENNIS


CORSO PER ADULTI


TENNIS IN CARROZZINA


STAGE INTENSIVI

 

 

  

         

 

Cliccate in alto a destra (I GRUPPI) e vedrete le diverse sessioni e divisioni dei livelli nella nostra Top School